Mlfacets

Mlfacets

LEZIONI DA FEDERICA UNINA SCARICARE


    In questo video troverete le istruzioni su come iscriversi a mlfacets.com I corsi sono corredati da immagini, testi facilmente leggibili, parole in grassetto, citazioni , audio e video per accompagnare l'utente nello studio. Come faccio a scaricare il materiale didattico? Chi posso contattare se ho domande su una lezione?. Sono 52 in totale i corsi di laurea che da quest'anno si potranno seguire in di scaricare dal sito previsto mlfacets.com la lezione del professore e. COME FACCIO A SCARICARE LE LEZIONI DI FEDERICA E-LEARNING???, ho dal punto di vista informatico,ma non riesco proprio a scaricare le lezioni di entri nel sito unina; clicchi sul link e-learning al centro della pagina; clicchi sulla. Ciao, grazie per aver visitato Federica mlfacets.com Le lezioni del corso di Sistemi Operativi 2 sono disponibili anche in podcast.

    Nome: lezioni da federica unina
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 58.22 Megabytes

    Tradizionalmente le lezioni universitarie si compongono di una spiegazione del docente e dello studio dei testi. Allo stesso modo, anche nei MOOC di Federica, il testo e le video lectures restano la parte fondante del corso.

    I corsi sono corredati da immagini, testi facilmente leggibili, parole in grassetto, citazioni, audio e video per accompagnare l'utente nello studio. Inoltre, link multimediali arricchiscono e spiegano termini poco chiari, svolgendo il duplice ruolo di approfondire e semplificare la lettura. Studiare richiede impegno e costanza: serviranno anche nei MOOC.

    Con il vantaggio di un format didattico a misura del singolo studente. A Federica, abbiamo elaborato un format che integra in modalità seamless le videolectures dei docenti con i materiali di studio, offrendo agli studenti la possibilità di interagire con i contenuti ed organizzare appunti in una sezione dedicata, l'area " You ".

    Dopo aver inserito, e salvato, nella procedura informatica i dati ISEE Indicatore Situazione Economica Equivalente- Redditi relativi all'anno solare precedente , il sistema determina la fascia di reddito e genera i bollettini della fascia di appartenenza.

    Dove posso reperire l'ISEE? Presso qualsiasi Centro di Assistenza Fiscale CAF , o presso una delle sedi INPS, presentando la documentazione relativa ai redditi - relativi all'anno solare precedente - percepiti da tutti i componenti il nucleo familiare nel quale è inserito lo studente.

    Cosa succede se non presento l' ISEE? Gli studenti che non inseriscono i dati ISEE sono collocati, d'Ufficio, nella fascia più alta di contribuzione.

    Come faccio a pagare le tasse? Con i MAV stampati è possibile recarsi presso qualsiasi sportello bancario ed effettuare il pagamento.

    Posso pagare le tasse on-line? Si, è possibile pagare le tasse on-line.

    Iscrizione ai corsi. Devo integrare la mia Laurea con altri esami come devo fare? L'Ateneo garantisce la possibilità di integrare il proprio curriculum iscrivendosi a Corsi Singoli mediante una domanda in marca da bollo dell'importo vigente e il pagamento di un contributo per ogni Corso.

    La domanda ed i bollettini sono reperibili sul sito di Ateneo nella sezione modulistica. Devo sostenere più di un esame quanto devo pagare? Bisogna pagare tanti bollettini quanti sono gli esami da sostenere, mentre la domanda in bollo è unica. Quali sono le scadenze? La scadenza per gli esami attivati nel primo semestre è fissata — di norma - al 15 Novembre, mentre per gli esami attivati nel secondo semestre bisogna iscriversi — di norma - entro il 15 Aprile.

    Quali sono gli esami che devo sostenere? La segreteria non possiede questa informazione. Lo studente deve individuare, autonomamente, gli esami da sostenere in base alle sue esigenze e al numero di crediti di cui necessita Cultura personale, Accesso alle Lauree Magistrali, partecipazione T. A chi mi devo rivolgere per sapere quali esami mi servono? Dipende dallo scopo per cui si sostengono gli esami. Posso sostenere qualsiasi esame di qualsiasi ordinamento?

    Gli esami che si possono sostenere sono solo, ed esclusivamente, quelli attivi per l'Anno Accademico corrente pubblicati nell'ultima Guida dello Studente. A quanti corsi singoli mi posso iscrivere?

    Lifelong learning: come frequentare Yale, Oxford e MIT gratis

    Non c'è alcun limite basta pagare il contributo previsto per ciascun corso singolo. Dove posso trovare i moduli di iscrizione? Si possono ritirare in segreteria oppure scaricare dalla pagina Modulistica Studenti alla voce "modulo per pagamenti diversi" 9. Posso iscrivermi ugualmente anche oltre la scadenza? Quanto tempo ho per sostenere l'esame per il quale mi sono iscritto? L'iscrizione ha validità un anno accademico dopodiché l'iscrizione scade e bisogna effettuarne una nuova.

    La domanda e i bollettini devono essere presentati all'Ufficio di Segreteria presso la quale afferiscono i Corsi da seguire. Il certificato deve essere presentato al docente il giorno della seduta la segreteria fornisce anche il pin necessario in caso di verbalizzazione digitale dell'esame. Mi serve un numero di crediti inferiore a quelli indicati, nel piano di studio, per l'esame. Non è possibile modificare il numero di crediti dell'esame. Se un esame esiste solo da 12 CFU e ne servono 4 bisogna necessariamente iscriversi a quello.

    A quale programma d'esame devo fare riferimento? Dal punto di vista didattico la competenza è esclusivamente dei docenti.

    Dove mi verrà verbalizzato l'esame? L'esame verrà inserito nel verbale di profitto in possesso del docente titolare di cattedra. Si, se l'esame prevede il voto. Posso frequentare un Corso Singolo afferente ad un Corso di Laurea Magistrale al quale, in futuro, avrei intenzione di iscrivermi? Assolutamente no.

    La finalità dei Corsi Singoli non è quella di anticipare un esame di un Corso cui non si è ancora iscritti e — comunque — l'esame potrebbe non essere riconosciuto nel nuovo Corso di Studio. Con quale docente devo sostenere l'esame? Con uno qualsiasi dei titolari di cattedra senza tener conto dell'assegnazione prevista dai Regolamenti della Struttura Didattica di afferenza. Come faccio ad avere la matricola? Dopo circa 7 giorni dall'aver effettuato i pagamenti, è necessario ricollegarsi alla procedura informatica di immatricolazione.

    Quanto tempo occorre per avere la matricola? Cosa devo fare per completare l' immatricolazione? E' necessario consegnare, presso gli sportelli della Segreteria Studenti, la seguente documentazione: Plico stampato riepilogo dei dati inseriti nella procedura di immatricolazione ; Due foto formato tessera, firmate dall'interessato a meno che la foto non sia stata inviata on line ; Fotocopia di un valido documento d'identità Carta d'Identità, Passaporto etc. Entro quanto tempo devo consegnare il plico?

    Improrogabilmente entro 10 giorni dalla data in cui si riceve la matricola. Posso immatricolarmi oltre i termini previsti? E' possibile immatricolarsi oltre i termini previsti presentando, agli sportelli dell'Ufficio di Segreteria Studenti, un'istanza corredata dalla marca da bollo di importo vigente per richiedere l'autorizzazione Rettorale all'immatricolazione oltre i termini stabiliti dall'Ateneo. La procedura di immatricolazione oltre i termini è on-line?

    Fino al 31 marzo è possibile immatricolarsi online oltre i termini. Dopo il 31 marzo, per immatricolarsi, è necessario ritirare la modulistica presso gli sportelli della Segreteria Studenti. Iscrizioni ad anni successivi e pagamento rate. Entro il 31 ottobre è necessario accedere al sito Segrepass con codice fiscale o matricola per esteso di 9 cifre e codice PIN di 5 cifre. Quindi bisogna inserire l'ISEE nell'apposita sezione ed assicurarsi che i dati siano salvati n.

    Una volta consolidati i dati bisogna stampare i MAV relativi alla fascia di contribuzione assegnata in base all'ISEE ed eventualmente alle condizioni di agevolazione ed effettuare il pagamento, in Banca, entro i termini. C'è bisogno di consegnare le tasse in Segreteria? Una volta pagate le tasse bisogna conservare le ricevute e controllare, attraverso il proprio profilo Segrepass, che le stesse siano state caricate in carriera.

    Sarà la stessa Banca a comunicare alla Segreteria l'avvenuto pagamento. Non ho comunicato né l'ISEE nei termini né ho pagato le tasse, come devo fare? Dopo aver effettuato tutti i suddetti pagamenti l'iscrizione sarà regolarizzata senza alcun bisogno di recarsi in segreteria. Dove posso reperire la II Rata? Entro quando devo pagare la II rata? Di norma, entro il 31 Marzo. Dipende dal grado di invalidità. Sulla domanda deve essere applicata una marca da bollo dell'importo vigente n.

    B per pagare la Tassa Regionale scaricare il bollettino di prima rata cancellando la parte dedicata alla prima rata e compilando solo la parte della Tassa Regionale. B per pagare la Tassa Regionale scaricare il bollettino di prima rata cancellando la parte dedicata alla prima rata e compilando solo la parte della Tassa Regionale - voce modulo pagamento prima rata d'iscrizione.

    Vedi risposte alle domande precedenti. Alla documentazione deve essere allegata la ricevuta relativa al pagamento del contributo di mora. Il bollettino per il pagamento del contributo di mora è reperibile nella pagina Modulistica Studenti scaricare il bollettino alla voce modulo pagamenti diversi e compilarlo con i codici e l'importo previsti. Alla documentazione deve essere allegata la ricevuta relativa al pagamento del contributo di mora e la domanda di Autorizzazione Rettorale alla quale andrà applicata la marca da bollo del valore vigente.

    Il bollettino per il pagamento del contributo di mora è reperibile nella pagina Modulistica Studenti stampare il bollettino alla voce - modulo pagamenti diversi e compilarlo con i codici e l'importo previsti.

    La domanda di Autorizzazione Rettorale è reperibile nella pagina Modulistica Studenti. L'agevolazione, calcolata in base al voto di Maturità secondo i parametri previsti dall'Ateneo pubblicati sulla Guida al pagamento delle tasse , sarà considerata direttamente ed automaticamente sulla II Rata.

    Sono iscritto al primo anno, e sono idoneo o beneficiario di borsa di studio devo pagare la II rata? Si, la seconda rata va pagata, si otterrà poi d'ufficio il rimborso di quanto spetta. Sono iscritto ad anni successivi al primo, sono idoneo o beneficiario di borsa di studio, devo pagare la II Rata?

    Pergamena di Laurea. Devo ritirare la pergamena di Laurea devo fare qualche richiesta specifica?

    La richiesta del rilascio della pergamena avviene congiuntamente alla consegna della documentazione per la seduta di laurea. Come faccio a sapere se la pergamena è disponibile e quali sono i tempi? L'interessato, appena la pergamena sarà disponibile, riceverà un avviso per il ritiro direttamente all'indirizzo di posta ordinaria indicato all'atto dell'iscrizione. In che giorni posso ritirare la Pergamena? Nei giorni e negli orari indicati sull'avviso ricevuto.

    Non posso ritirare la Pergamena di persona, come posso fare? Cosa mi occorre per ritirare la pergamena? Bisogna portare l'invito ricevuto, una marca da bollo dell'importo vigente al momento del rilascio e un valido documento di riconoscimento. Cosa devo fare per chiedere il duplicato della Pergamena?

    Occorre presentare una domanda sulla quale applicare una marca da bollo dell'importo vigente nella quale si fa richiesta del duplicato della pergamena.

    Alla domanda va allegata la denuncia di smarrimento e ricevuta del versamento previsto per il duplicato della pergamena. Il bollettino è reperibile nella pagina Modulistica Studenti 7.

    Cosa devo fare per chiedere il duplicato della Pergamena perché deteriorata o rovinata? Alla domanda va allegata la ricevuta del versamento previsto per il duplicato della pergamena reperibile nella pagina Modulistica Studenti E' obbligatorio restituire la pergamena deteriorata o rovinata.

    Rimborsi concessi su domanda dello studente.

    Scarica anche:OVERNET SCARICARE

    Mi sono immatricolato, ma l'immatricolazione mi è stata respinta perché non ero in possesso dei requisiti di accesso, posso chiedere il rimborso delle tasse versate? Si, è possibile chiedere il rimborso delle rate versate ad eccezione della Tassa Regionale presentando istanza in carta legale marca da bollo del valore vigente presso gli sportelli della propria Segreteria Studenti. Dall'importo rimborsabile sarà sottratta l'imposta di bollo virtuale pagata sulla I rata.

    Dove trovo la domanda di rimborso?

    Free online courses from Università degli Studi di Napoli Federico II

    Quando posso presentare la domanda di rimborso? In qualsiasi periodo dell'anno. Tuttavia, per motivi organizzativi, è consigliabile presentare la domanda dal mese di Gennaio al mese di Ottobre. Cosa devo allegare alla domanda di rimborso? Alla domanda devono essere allegati i bollettini dei versamenti effettuati ad eccezione della Tassa Regionale il cui rimborso è di competenza della Regione Campania e la fotocopia del Codice Fiscale.

    A chi devo richiedere il rimborso della Tassa Regionale? Dopo quanto tempo ottengo il rimborso? Come faccio a riscuotere il rimborso? Riceverà un avviso al domicilio sul quale è indicato il numero di mandato del rimborso. Posso delegare un'altra persona per riscuotere il rimborso? Si, è possibile delegare un'altra persona. A chi deve essere consegnata la delega con firma autenticata?

    Posso inoltrare la delega a mezzo fax o per e-mail? Si, è possibile inoltrare la delega al numero di fax oppure a mezzo e-mail all'indirizzo ufficiocontabilità unina.

    Posso chiedere l'accredito del rimborso direttamente sul conto corrente? Si, è possibile chiedere l'accredito. Qual è la procedura da seguire per chiedere l'accredito sul conto corrente? Per conoscere le modalità di accredito sul conto corrente è necessario contattare l'Ufficio Contabilità dell'Ateneo ai seguenti recapiti , o, in alternativa, è possibile inviare una e-mail all'indirizzo ufficiocontabilità unina.

    Sono passati i cari e vecchi tempi in cui gli studenti andavano alla pazza ricerca di appunti di lezioni mancate o di registrazioni da sbobinare; sono remote ormai le ore passate in biblioteca tra volumi pesanti e polverosi. Qualcuno forse sentirà la mancanza di tutto questo, ma la stragrande maggioranza ne sarà entusiasta.

    Comunque sia, il mondo virtuale si sta evolvendo inesorabilmente e velocemente, e con lui, per fortuna anche le università stanno cambiando.

    Università degli Studi di Napoli Federico II

    Nel , al lancio negli Usa, erano appena 16 le istituzioni a offrire gratuitamente su iTunes U gli audio e i video di corsi , dei laboratori ecc… oggi sono oltre sparse in 18 Paesi rilevazione del Per chi ancora non lo sapesse, iTunes U nasce da un'iniziativa della Apple dedicata agli studenti di tutto il mondo e permette di seguire le lezioni universitarie dei migliori atenei attraverso iTunes, un iPod o iPhone.

    Si chiama web learning ed è open access libero accesso e soprattutto gratis. Sono centinaia di migliaia le risorse messe a disposizione gratuitamente tra lezioni, video e film. Accade che le migliori università del mondo rendano disponibili online, indistintamente a tutti, e gratuitamente, video, podcast e materiale didattico dei corsi più importanti.

    Il web learning , oramai è chiaro a tutti, rappresenta una risorsa di alto livello per sviluppare la propria conoscenza. Ma sapete qual è l'altro aspetto interessante? Tra queste rinomate università, in particolare statunitensi, che si muovono con disinvoltura approfittando delle possibilità garantite dalla tecnologia di farsi conoscere e apprezzare, spiccano anche atenei Italiani , come l' Universit à Federico II di Napoli , il primo ateneo italiano ad avere aperto un proprio canale.

    Pensate che nel primo anno di vita della piattaforma di web-learning dell'ateneo, si sono contati 10 mila utenti unici giornalieri provenienti da Paesi diversi. Insomma, i numeri dell'enorme successo dell'iniziativa parlano da soli: corsi online, 5 mila lezioni in un unico formato standard, 6 mila link a risorse esterne, video, 3 mila documenti.

    L'iniziativa del web learning gratuito dell'università Federico II di Napoli www. E poi ancora la tv-web dell'università di Pisa, il podcasting dall' Università di Bergamo Pluriversiradio , gli audio delle lezioni e le conferenze organizzate presso l'Università degli studi della Tuscia, i Podcast delle lezioni di Glottodidattica dell'università di Bologna , le esercitazioni online della facoltà di lettere moderne di Palermo e la collaborazione con Apple Italia della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Padova.

    E ancora, esiste Trio , il portale di Formazione a distanza della Regione Toscana nato nel , come progetto di teleformazione finanziato dalla Regione Toscana tramite il Fondo Sociale Europeo FSE , strumento essenziale per realizzare percorsi di apprendimento. Altra risorsa interessantissima sono le Ted Conferences www. Sono le voci di persone che credono nel cambiamento, nella forza delle idee, e attraverso il web promuovono e comunicano le loro idee, raccontano progetti e lanciano proposte.

    Imperdibile, in inglese. Anche l'archivio di pubblicazioni scientifiche arXiv si espande vertiginosamente, sbaragliando la concorrenza delle riviste scientifiche per il grandissimo vantaggio dell'accesso gratuito e della pubblicazione in tempo reale delle pubblicazioni. Arvix, sviluppato nel dal professore Paul Ginsparg della Cornell University, attualmente ospita quasi Le pubblicazioni vanno subito online e non è necessario aspettare tempi esosi di selezione e pubblicazione tipici del cartaceo.

    Anche in Italia le Università , soprattutto scientifiche , stanno aprendo i loro archivi creando biblioteche digitali dove poter leggere gratuitamente pubblicazioni accademiche e articoli scientifici, qualche esempio: Alm - Dl dell'Università di Bologna , UnissResearch dell'Università di Sassari o Padis della Sapienza. Nel è nato anche il portale Scientix , che offre materiale didattico, documenti e ricerche, riunendo le migliori proposte scientifiche finanziate da iniziative nazionali ed europee.

    Scientix - La comunità per l'insegnamento della scienza in Europa , oltre a dare libero accesso e consentire la diffusione di notizie e buone pratiche per l'educazione scientifica in Europa, permette di accedere ai materiali didattici e ai risultati delle ricerche di progetti europei. La piattaforma Scientix è opensource e offre a docenti, ricercatori, amministratori pubblici, operatori locali, genitori e appassionati di educazione scientifica una vasta gamma di contenuti che va dalle lezioni scientifiche per la scuola primaria e secondaria agli aggiornamenti di settore.

    Uno dei vantaggi che caratterizzano il portale è l'uso di quasi tutte le lingue più importanti: l'interfaccia è disponibile in inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano e polacco ecc. L'obiettivo è coprire tutte le lingue della UE e permettere la maggior partecipazione e condivisione possibile.

    Web learning gratis.


    Ultimi articoli