Mlfacets

Mlfacets

SCARICARE INTERESSI PASSIVI MUTUO INPS

Posted on Author Mazuktilar Posted in Internet


    Certificazione interessi passivi - consente, al titolare del Mutuo ipotecario edilizio, la visualizzazione e la stampa dei certificati di interesse passivi validi. INPS - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. e stampa delle ricevute dei pagamenti effettuati tramite MAV. Entra nel servizio · Scarica il manuale. Le certificazioni degli interessi passivi dei mutui erogati agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali dei dipendenti. Gestione dipendenti pubblici: gestione mutuo ipotecario edilizio Simula anticipata estinzione · Estratto conto · Certificazione interessi passivi creditizie e sociali, che intendono richiedere un Mutuo Ipotecario Edilizio, di simulare il piano di.

    Nome: interessi passivi mutuo inps
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 13.74 Megabytes

    Guida alla surrogazione o portabilità dei mutui con la normativa ufficiale aggiornata al e tutte le informazioni utili per chi vuole cambiare mutuo.

    Il sito SurrogaDelMutuo. Surrogare un mutuo significa quindi estinguere il mutuo in corso garantito da un'ipoteca e al tempo stesso stipularne uno nuovo con un'altra banca, garantendolo con la stessa ipoteca che era stata iscritta a garanzia del vecchio mutuo. Nei contratti di finanziamento conclusi da intermediari bancari e finanziari, il mutuatario cioè il debitore, chi ha ottenuto il denaro a prestito ha sempre la possibilità di avvalersi della surroga, cioè di poter stipulare un nuovo contratto di mutuo con un altro istituto di credito, da destinare all'estinzione del mutuo originario, con subentro della nuova banca nelle garanzie prestate per il mutuo iniziale cioè l'ipoteca resta la stessa.

    Si parla in gergo di " portabilità dell'ipoteca " o "surrogazione dell'ipoteca" in quanto è l'ipoteca che viene spostata da una banca all'altra. Nel cambio tra il vecchio mutuo e il nuovo è possibile ricontrattare con la nuova banca le condizioni del finanziamento. In particolare si possono cambiare la tipologia di tasso di interesse fisso o variabile , la sua misura spread o maggiorazione , e la durata del contratto.

    Gestione dipendenti pubblici: gestione mutuo ipotecario edilizio

    Mutuo fondiario e mutuo ipotecario, vediamo le differenze. Mutui convenzione carabinieri. Mutui documenti necessari. Mutuo come calcolare la rata. Mutui prima casa tasso fisso: migliori offerte di mutuo a tasso fisso sulla prima casa. Mutui per disabili e legge informazioni e agevolazioni.

    Detrazione interessi mutuo: cosa prevede la detrazione fiscale

    Mutui con ipoteca di secondo grado. Sono detraibili i vaccini per le allergie?

    Scarica anche:SCARICARE PASSBOOK

    Ho un figlio portatore di handicap psichico riconosciuto a norma della legge Ho stipulato un contratto di mutuo la cui rata scade al 31 dicembre di ogni anno. I soggiorni all'estero organizzati dalle scuole durante l'anno scolastico sono detraibili?

    Le spese per la frequenza di un CFP sono detraibili? La spesa per un master universitario è deducibile?

    Quali sono le detrazioni fiscali

    Le erogazioni liberali alle scuole per ampliamento offerta formativa con versamento tramite bollettino postale intestato al figlio studente possono essere detratte dal padre e dalla madre? Le tasse universitarie di una università non statale sono detraibili? E' detraibile il versamento annuale della quota associativa ad una Onlus?

    Modello precompilato. Modello precompilato Per chi viene predisposto A partire dal 15 aprile, l'Agenzia delle entrate mette a disposizione dei lavoratori dipendenti e dei pensionati il modello precompilato sul sito internet dell'Agenzia delle entrate www. Nella sezione del sito internet dedicata al precompilato è possibile visualizzare: il modello precompilato; un prospetto con l'indicazione sintetica dei redditi e delle spese presenti nel precompilato e delle principali fonti utilizzate per l'ela-borazione della dichiarazione ad esempio i dati del sostituto che ha inviato la Certificazione Unica oppure i dati della banca che ha co-municato gli interessi passivi sul mutuo.

    Se le informazioni in possesso dell'Agenzia delle entrate risultano incomplete, queste non vengono inserite direttamente nella dichiarazione ma sono esposte nell'apposito prospetto per consentire al contribuente di verificarle ed eventualmente indicarle nel precompilato. Nello stesso prospetto sono evidenziate anche le informazioni che risultano incongruenti e che quindi richiedono una verifica da parte del contribuente.

    L'esito della liquidazione non è disponibile se manca un elemento essenziale, quale, ad esempio, la destinazione d'uso di un immobile. Il ri-sultato finale della dichiarazione sarà disponibile dopo l'integrazione del modello ; il modello con il dettaglio dei risultati della liquidazione.

    Quando si presenta Il precompilato deve essere presentato entro: il 23 luglio nel caso di presentazione diretta all'Agenzia delle entrate o al Caf o al professionista; il 7 luglio nel caso di presentazione al sostituto d'imposta. Come si presenta Presentazione diretta Se il contribuente intende presentare il precompilato direttamente tramite il sito internet dell'Agenzia delle entrate deve: indicare i dati del sostituto d'imposta che effettuerà il conguaglio; compilare la scheda per la scelta della destinazione dell'8, del 5 e del 2 per mille dell'Irpef, anche se non esprime alcuna scelta; verificare con attenzione che i dati presenti nel precompilato siano corretti e completi.

    Se, invece, alcuni dati del precompilato risultano non corretti o incompleti, il contribuente è tenuto a modificare o integrare il modello , ad esempio per aggiungere un reddito non presente. In questi casi vengono elaborati e messi a disposizione del contribuente un nuovo modello e un nuovo modello con i risultati della liquidazione effettuata in seguito alle modifiche operate dal contribuente.

    A seguito della trasmissione della dichiarazione, nella stessa sezione del sito internet viene messa a disposizione del contribuente la ricevuta di avvenuta presentazione. Se, dopo aver effettuato l'invio del precompilato, il contribuente si accorge di aver commesso degli errori, le rettifiche devono essere effettuate con le modalità descritte nel paragrafo "Rettifica del modello ".

    Presentazione al sostituto d'imposta Chi presenta la dichiarazione al proprio sostituto d'imposta deve consegnare, oltre alla delega per l'accesso al modello precompilato, il modello , in busta chiusa. Presentazione al Caf o al professionista abilitato Chi si rivolge a un Caf o a un professionista abilitato deve consegnare oltre alla delega per l'accesso al modello precompilato, il modello , in busta chiusa. I principali documenti da esibire sono: la Certificazione Unica e le altre certificazioni che documentano le ritenute; gli scontrini, le ricevute, le fatture e le quietanze che provano le spese sostenute.


    Ultimi articoli